Our event in Rome: “Full realization of citizen digital rights as huge economic opportunity for the Lazio Region”

 In Events, Releases

Open Media Cluster e Free Hardware Foundation, con il supporto dell’Associazione Software Libero e Visiva ti invitano a

Presentazione e discussione della bozza di
Campagna della società civile per una legge Regione Lazio multi-partisan
per il “software libero, accessibilità di dati e documenti, hardware documentato,
servizi telematici trasparenti, Web aperto e partecipazione civica”

Via Assisi 117, Roma (presso Visiva)
giovedì 3 aprile 2014, ore 16-18

Interverranno:

RICHARD STALLMAN, Presidente Free Software Foundation

Rufo Guerreschi, Dir. Esec. Open Media Cluster

Francesco Tupone, board di FHF

A seguire brain-storming libero intorno a buffet e bevande

LA CAMPAGNA

La campagna propone una legge a costo zero per la Regione Lazio che indirizzi parte significativa dei fondi di ricerca EU 2014-2020 per trasformare la creazione e implementazione di tecnologie ed ecosistemi all’avanguardia mondiale per la tutela dei diritti civili digitali, in una primaria strategia di sviluppo industriale e  occupazionale, andando ad intercettare una crescente domanda nel mondo e, nel Lazio, l’interesse di aziende ed emergenti parchi tecnologici laziali a co-investire in ricerca e sviluppo in tali settori.
La campagna prende spunto dopo aver appreso accidentalmente che proposte di legge indipendenti su tali temi erano in redazione da parte di singoli consiglieri PD Lazio e Lista Per il Lazio, del capogruppo e uffici di SEL Lazio, e del capogruppo e 7 consiglieri di M5S Lazio; e che tutte erano solidamente basate su una legge approvata in Regione Puglia nel 2012 denominata “Norme sul software libero, accessibilità di dati e documenti e hardware documentato” elaborata con il contributo di Richard Stallman ed altri.
Riteniamo che il testo pugliese rappresenti un’ottima direzione e affermazione di principi e paradigmi innovativi, come neutralità tecnologica e l’hardware documentato. Riteniamo altresì valide, le aggiunte di alcuni gruppi, come ad esempio l’Art. 21 aggiunto per una piattaforma di edemocracy della Regione. Nella pratica riteniamo però che legge pugliese abbia avuto impatto economico e sui diritti minimo – e molto inferiore al suo potenziale – per debole conversione di tali principi in clausole attuative e la mancata visione di sviluppo industriale.

DOCUMENTI
(bozza) Campagna e sue argomentazioni ODT e PDF, e sommario in inglese (ODT)
(bozza) Testo di legge proposto commentabile online
Testo della legge pugliese del 2012 (pdf)

PROGRAMMA DELL’EVENTO
Durante questo incontro informale ed aperto, si vorranno ricevere contributi e suggerimenti – per migliorare i contenuti e i documenti di supporto a tale campagna di legge – da parte stakeholder che ne possano corroborare il potenziale di impatto economico ed occupazionale oppure di impatto sui diritti civili.
Saranno benvenuti: grandi aziende IT laziali; associazioni dei diritti digitali; riconosciuti economisti del settore IT, ICT e/o media; esperti di sicurezza informatica; associazioni di PMI IT o IT FLOSS, piccole imprese e reti di imprese FLOSS, e Associazioni dei consumatori.

PARTECIPAZIONE DI CONSIGLIERI LAZIALI AD OGGI

Lo scorso 18 e 27 Marzo 2014 Open Media Cluster e Stati Generali dell’Innovazione hanno convocato 2 incontri presso il Consiglio Regionale del Lazio con i seguenti gruppi consiliari del Lazio che hanno espresso notevole interesse all’iniziativa multi-partisan:

  • Antonio Bitti, in delega e rappresentanza del Vice-Presidente Regione Lazio e Ass. Ricerca e Formazione Smeriglio (nel secondo incontro non era presente per problemi di salute)
  • Agostino Cesaroni in delega del Capogruppo Consiliare PD, Marco Vincenzi e del Cons. Simone Lupi.
  • Cons. Davide Barillari, Capogruppo Consiliare Lazio M5S (nel secondo incontro è stato sostituito dal Cons. Gianluca Perilli per problemi di salute)
  • Ismaele De Crescenzo, in delega del Capogruppo Consiliare Lazio SEL, Cons. Gino De Paolis
  • Luca Cardin, Assist. Cons. Bonafoni, in rappresentanza del Gruppo Per il Lazio.
  • Angela Creta, in delega Pres. Comm. Cultura, Consigliere Eugenio Patané

Start typing and press Enter to search